Passa al contenuto

Promo: 35% di sconto | Paga alla consegna

    Risolvere i problemi, possiamo migliorare!

    Ciao, cara lettrice e caro lettore

     

    Sono Giusy, e come ben sapete ormai ho un figlioletto di nome Andrea che è praticamente tutta la mia vita.

    Avere un figlio mi ha insegnato molte cose: innanzitutto ha alzato l’asticella di quelli che consideravo miei limiti ma, soprattutto, mi ha aiutato tantissimo anche nel lavoro e nel rapporto con gli altri, insegnandomi quello che viene chiamato comunemente “problem solving”.

    Non si tratta semplicemente di qualcosa che insegnano all'università o ai corsi di formazione, parlo proprio di risoluzione di problemi pratici di tutti i giorni, del non lasciarsi scoraggiare da qualcosa che non avevamo pianificato.

    Insomma, parlo proprio di quella capacità di adattamento e di forza d’animo propria di tutte le mamme che non si fanno abbattere.

    Certo, all'inizio è dura. Farsi abbattere era una cosa che mi riusciva particolarmente semplice: basti pensare che quando piangeva Andrea, scendevano anche a me le lacrime perché desideravo smettesse!

    Andare avanti però è una necessità, piangersi addosso per noi non serve praticamente a nulla!

    Voglio aiutarti a capire che anche se adesso magari non pensi sia così...anche tu puoi avere la forza di reagire davanti a qualsiasi imprevisto, ostacolo o cambiamento che non desideri.

    Ma devi esserne convinto!

     

    Affrontare i problemi ci permette di crescere.

     

    Non si finisce mai di crescere, a prescindere dall'età. Esatto, tu, proprio come il tuo bambino, stai ancora crescendo.

    Il fallimento è una buona scuola per crescere, certo, ma lo è anche fare bene le cose. Se risolviamo un problema, oltre al successo e al benessere scaturito proprio da questa risoluzione, vuol dire che abbiamo imparato una lezione importante che poi potremo tramandare a nostro figlio.

     

    Mantieni la calma

     

    Ti porto il mio esempio, mio figlio aveva la sindrome della testa piatta. Quando si è coinvolti in prima persona nel dover risolvere un problema, si può avere ansia e paura di sbagliare. Cosa scelgo? A quale specialista mi rivolgo? Cosa fare? E’ una cosa naturale, tutti possiamo avere paura delle scelte da prendere e delle loro conseguenze. Ma solo ragionando con serenità si può essere lucidi e attribuire il giusto peso ad ogni problematica.

     

    Definisci e accetta il problema

     

    Inutile nascondersi o far finta che vada tutto bene, il primo passo per risolvere un problema è semplicemente riconoscerlo, definirne le caratteristiche, capirne la natura ed accettare che ci sia. Questa sindrome c’è, esiste, ma non sono l’unica! Questo problema non è una minaccia, è una sfida per mettere alla prova chi sei davvero!

     

    Cosa desideri se non ci fosse il problema?

     

    Invece stare lì fermi a lamentarci e non trovare via d’uscita, dobbiamo chiederci quale risultato vogliamo ottenere. Qual è l’obiettivo che intendiamo raggiungere. Io desideravo che mio figlio potesse avere la testolina come tutti gli altri bambini prima che fosse troppo tardi.

     

    Pensa alla strategia

     

    Una volta capito il nostro obiettivo possiamo iniziare a pensare a tutte le possibili soluzioni e scegliere l’alternativa che ci è più comoda per raggiungerlo. Come raggiungo l’obiettivo? Sono diverse le strategie che possiamo adottare per poter poi arrivare alla soluzione più adatta:

     

    • Qualche volta, affinché qualcosa migliori, prima deve peggiorare. Raggiungere il limite e toccare il fondo può essere una soluzione per ottenere l’impulso necessario.
    • Vai oltre il problema. Immagina che sia già stato tutto risolto. Così devi visualizzare la tua vita ideale e proiettare la mente su questa immagine positiva per avere lo slancio necessario e far in modo che la realtà rispecchi il tuo sogno.

     

     Risolvi il problema

     

    Ora prendi in mano la situazione e risolvila!

    Non tutte le soluzioni pretendono un tuo intervento diretto.

    Molte cose semplicemente migliorano con il tempo oppure richiedono l’intervento di qualcuno più esperto in un determinato campo (come un medico in caso di salute) oppure delle persone che ti sono accanto (come la famiglia e gli amici).

    Nel mio caso ho avuto bisogno sia del parere esperto che quello dei familiari, ma alla fine la scelta è stata mia e fortunatamente, con il cuscino contro la testa piatta, si è rivelata vincente.

     

    Per cui...mai farsi abbattere, c’è rimedio per tantissime cose, devi solo scoprirlo!

    Spedizione Turbo

    Ordini consegnati in 1-2 giorni, tramite i migliori corrieri

    Paghi alla consegna

    Paga comodamente appena l'ordine arriva a casa tua

    Servizio clienti 24/7

    Servizio clienti cordiale e disponibile, 7 giorni su 7

    10.000+ clienti soddisfatti